Pony Mounted Games

Andre Individuali

«A games rider needs the control and grace of a dressage rider, the eye of a show jumper, the courage and conviction of an eventer or jump jockey, the agility of a vaulter or polo player, the will to win and guile of a flat jockey.
Mounted Games: the world of extreme equestrianism.»

«Un giocatore di Mounted Games possiede il controllo e la grazia di un cavaliere di dressage, l’occhio di un saltatore, il coraggio e la convinzione di un cavaliere di completo, l’agilità di un giocatore di polo e la voglia di vincere di un fantino lanciato al galoppo.
Mounted Games: il mondo dell’equitazione estrema.»


I Pony Mounted Games sono una disciplina dell’equitazione che, pur di recente formazione, ha velocemente conquistato fama e popolarità nel mondo per la spettacolarità e la qualità tecnico-sportiva della competizione.
I cavalieri – singolarmente, divisi in squadre o a coppie – affrontano con i loro pony, lungo percorsi paralleli, giochi di velocità, destrezza, precisione.

Per essere un buon giocatore di Mounted Games occorre possedere un alto livello di attitudine atletica, buona abilità di tecnica equestre, coordinazione motoria, concentrazione e intelligenza di gioco, acceso spirito competitivo unito tuttavia a un forte spirito di collaborazione di gruppo. Anche nella gara più appassionata a dominare è comunque sempre il fair play, la lealtà sportiva, il rispetto dell’avversario e del pony.

La Mounted Games nasce in India come passatempo popolare per l’esercito britannico. Nel 1957, a Londra, il principe Filippo organizza il primo Mounted Games Championship for the Prince Philip Cup, ed è subito un grande successo. Il primo Campionato del Mondo si svolge in Canada nel 1987 e da allora lo standard delle competizioni è aumentato vertiginosamente negli anni.
Attualmente la disciplina della Mounted Games vanta membri in venti paesi al mondo. Nell’ottobre 2010 viene presentata ufficialmente in Kentucky al World Equestrian Games, una delle più importanti manifestazioni equestri al mondo.

Il Circolo Ippico Mugnano è oggi uno dei punti di riferimento indiscussi di Pony Mounted Games in Italia e all’estero.
Più volte Campioni Italiani nelle varie categorie e presenti, in selezione, a rappresentare l’Italia ai Campionati Europei, i suoi cavalieri sono nuovamente nel 2009 Campioni Italiani cat. Elite, medaglia di bronzo al Challenge Peter Dale cat. Junior e medaglia d’argento ai Campionati Europei cat. Cadets. Nel 2010, ai Campionati Europei a Chepstow (Galles), ben otto atleti del Mugnano entrano a far parte del team italiano, diventando vicecampioni europei U14. Ai Campionati Europei 2011 (Lurgan, Irlanda del Nord) cinque cavalieri del Mugnano sono chiamati a far parte delle squadre italiane.
Nel 2012 sono Campioni Italiani cat. Open, medaglia di bronzo al Challenge Peter Dale cat. Junior e conquistano il terzo posto in cat. Open e due quarti posti nelle categorie U17 e U14 ai Campionati Europei.
Sempre nel 2012, per la prima volta, un cavaliere del Mugnano partecipa ai Campionati del Mondo a squadre di Mounted Games.
Infine nel 2013, il Mugnano Open vince la Coppa d’Europa per Club Challenge Peter Dale guadagnandosi l’onore di essere la prima squadra italiana ad aggiudicarsi il prestigioso trofeo.